Catania, Rosario D’Agata bonifica il Parco Monte Po

CATANIA – Il grido di allarme degli abitanti di via Bottari è stato raccolto dall’amministrazione comunale che da giorni, con grosso impiego di uomini e mezzi, tra bonificando quella parte del Parco di Monte Po che per troppo tempo è stata trasformata in una discarica dove poter abbandonare di tutto, anche materiali pericolosi, in una zona posta sotto sequestro da 2 anni, nascosti alla vista dei residenti del quartiere sotto tonnellate di terra. Un “espediente” che non ha fermato i cattivi odori ed i fumi che si sprigionavano dal sottosuolo. Veleni che migliaia di famiglie sono state costrette a respirare per troppo tempo.

bonifica parco di monte po (4)

Questo intervento per l’intera municipalità di “Monte Po-Nesima-Rapisardi-San Leone” rappresenta un importante inizio per avere finalmente un parco degno di questo nome e renderlo accessibile a tutte le famiglie catanesi.

bonifica parco di monte po (2)

È per questo che  Orazio Serrano, presidente della V municipalità, ringrazia a nome di tutto il territorio l’assessore all’ambiente Rosario D’Agata e il geometra Longo. Il lavoro di bonifica ha visto in prima linea i mezzi e il personale del Servizio antincendio boschivo, la Protezione civile, i Vigili del Fuoco, l’Ufficio manutenzione e tutti i componenti del consiglio della V Circoscrizione.

“Completata l’opera e fermata l’emergenza igienico sanitaria – sostiene  Serrano – occorrerà avviare un tavolo tecnico per studiare modalità e tempistiche necessarie per fare in modo che il Parco di Monte Po non finisca ancora nel mirino dei criminali. L’area va protetta con un sistema di protezioni che, oltre alla continua vigilanza delle forze dell’ordine, preveda l’istallazione di un capillare sistema di videosorveglianza per coprire un’area di circa 28 ettari”.

Commenti