Il Volo e la denuncia choc di un albergatore svizzero

Il Volo e la denuncia choc di un albergatore svizzero

La notizia sta facendo il giro del web e tutti vogliono vedere chiaro in questa vicenda che, stando ai racconti, ne ha davvero dell’assurdo. 

Un albergatore di Locarno, in Svizzera, ha infatti denunciato i tre tenori de Il Volo, dichiarando: Camere messe a soqquadro dopo che erano state appena rifatte, bagni sporchi di urina e sciacquoni non tirati. Sui muri di una stanza c’erano anche strisciate di feci”. 

Sono state queste le parole d’accusa dell’albergatore che, però, ha ricevuto subito la smentita da parte dell’ufficio stampa dei ragazzi. 

La denuncia è arrivata a Libera Tv e a La Redazione e, stando a quanto raccontato dal proprietario, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, accompagnati da due ragazze, avrebbero alloggiato nelle camere di questo albergo a 3 stelle. 

L’addetto stampa de Il Volo ha subito smentito la notizia dichiarando: È vero che non amano la moquette, per una questione di allergie. Si è trattato di un episodio spiacevole, frutto probabilmente di malintesi. Ma escludo che abbiano provocato danni intenzionalmente”.

L’albergatore ha replicato, ribadendo: “Quindi è vero che uno di loro ha detto di avere un problema di allergia alla moquette. Per il resto, prima che i tre musicisti e le loro due accompagnatrici lasciassero l’albergo per trasferirsi in un cinque stelle di Ascona, le cose sono andate esattamente come ho già raccontato: camere messe a soqquadro, dopo che erano state appena rifatte, e bagni sporchi di urina e sciacquoni non tirati. Sui muri di una c’erano anche strisciate di feci. Devo dire che le camere delle due ragazze erano quelle in condizioni peggiori”.

I tre tenori, inoltre, ospitati a La Vita in Diretta, hanno dichiarato: “L’albergo scelto per la tournée aveva la moquette, si è sempre attenti all’igiene, a quanto mangiamo, alle allergie alimentari. Questa cosa deve aver evidentemente disturbato i proprietari dell’albergo e quindi hanno tirato fuori questa storia dell’aver lasciato una stanza in disordine o addirittura devastata. Se ci sono delle cose di questo genere non si ricorre alla stampa, si va alla gendarmeria e si denunciano i fatti. Se questo non è avvenuto vuol dire che la cosa è totalmente falsa”. 

 

Commenti