Attacco terroristico contro musulmani a Londra: camion sulla folla provoca un morto e una decina di feriti

Attacco terroristico contro musulmani a Londra: camion sulla folla provoca un morto e una decina di feriti

Ancora sangue, terrore e dolore a Londra, dove questa notte un furgone si è scagliato su un gruppo di fedeli musulmani.  

È accaduto a Seven Sisters Road, nella zona di Finsbury Park, a nord di Londra, dove sono presenti quattro moschee, al termine delle preghiere che i musulmani fanno a tarda notte durante il mese sacro del Ramadan. 

Una persona è morta e una decina sono rimaste ferite, tre delle quali sono gravi

SI tratta, quindi, di un atto terroristico contro i musulmani. A compierlo un uomo di 48 anni, le cui generalità non sono ancora state diffuse, arrestato dalla polizia e sconosciuto ai servizi di sicurezza britannici.

L’uomo ha agito da solo e, subito dopo l’attacco, è stato bloccato dalla folla e gettato a terra. Solo l’intervento dell’imam della moschea , che lo ha protetto, ha impedito che il conducente del mezzo venisse linciato dalla folla.

Alcuni testimoni hanno riferito di averlo sentito urlare frasi di odio contro i musulmani.

Stando alle prime ricostruzioni, pare che la vittima non sia morta a causa dell’attentato: sembrerebbe possibile che l’uomo avesse un attacco di cuore in corso quando il furgone si è lanciato sulla folla che in quel momento stava cercando di prestargli soccorso. 

Immediata la reazione della premier britannica Theresa May che ha dichiarato: “Londra non si arrende all’odio e nemmeno tutto il Regno Unito“.

Commenti