Vittoria, M5S – Movis. Comisi conferma i contatti. Ferreri: “Nessuna preclusione. Di candidature ne parleremo più avanti”

Vittoria, M5S – Movis. Comisi conferma i contatti. Ferreri: “Nessuna preclusione. Di candidature ne parleremo più avanti”

VITTORIA – Il botta e risposta tra il Movimento Cinque Stelle e l’associazione Movis su future candidature nelle liste pentastellate si arricchisce di un nuovo capitolo.

Carmelo Comisi, presidente dell’associazione, risponde alle accuse sottolineando che il suo impegno è volto “all’inserimento delle quote H in ogni compagine amministrativa, questo perché, come tutte le associazioni di persone disabili affermano, nessuno può gestire meglio il tema della disabilità come chi direttamente la vive”.

Così Comisi intende suggerire, così come avviene per le quote rose, uno spazio nelle liste dei candidati di una persona disabile e ribadisce i contatti avuti con Alessandro Occhipinti del M5S: “Con lui eravamo d’accordo per l’invito alla riunione – spiega l’esponente della Movis – durante la quale avrei dovuto presentare la mia idea insieme all’associato MoVIS (Gino Cappellini) che con loro vorrebbe candidarsi”.

Inoltre Comisi chiama in causa anche il deputato regionale Vanessa Ferreri che sarebbe stata precedentemente al corrente della questione.

L’onorevole Ferreri – raggiunta telefonicamente da NewSicilia,it – ha chiarito l’accaduto: “Mi sorprende la polemica sorta. Con Carmelo ci eravamo sentiti tempo fa e aveva parlato della partecipazione alle riunioni. Per parlare di liste e candidature è ancora presto e il Movimento sceglie, come sempre, collegialmente e per votazione ogni mossa da fare”.

“Carmelo si occupa con grande competenza – aggiunge Vanessa Ferreri – di disabilità ed è una risorsa importante. Non c’è alcuna preclusione e il Movimento ha sempre accolto l’aiuto che proviene da persone con competenze specifiche”.

Commenti