“Riscossione Sicilia” trasferita da Ragusa a Catania. Moscato: “L’ennesimo sgarbo”

“Riscossione Sicilia” trasferita da Ragusa a Catania. Moscato: “L’ennesimo sgarbo”

VITTORIA – La “Riscossione Sicilia” lascia Ragusa e si trasferisce a Catania. La recentissima notizia del trasferimento della sede della società che gestisce la riscossione dei tributi, ha suscitato la reazione del consigliere comunale di Vittoria, Giovanni Moscato.

“La provincia di Ragusa, in attesa della pachidermica riforma di Crocetta, viene ancora una volta condannata all’isolamento – ammonisce Moscato -. Dopo lo smantellamento dello scorso anno dell’ufficio presente a Vittoria, che sommessamente ricordiamo rientrare tra le dieci città siciliane più grandi, giunge il taglio anche della sede di Ragusa”.

“Come ha rilevato la Cna – prosegue – ciò penalizza ancora una volta tutto il nostro comprensorio, gli utenti e le aziende. Si dovranno effettuare veri e propri pellegrinaggi sino a Catania? Non possono essere i cittadini a pagare sulla propria pelle un passato fatto di spese esose e sprechi”.

“I canoni di affitto sproporzionati e fuori mercato – conclude Moscato – potevano essere immediatamente tagliati utilizzando edifici della pubblica amministrazione. Non possiamo, adesso, rimanere inermi dopo l’ennesimo scippo e sgarbo nei confronti dell’area ipparina e iblea”.

Commenti