Nuova rete ospedaliera, M5S: “103 comuni senza ambulanza”

PALERMO“Favara, Avola, Niscemi, Barrafranca, Acate, Butera, Porto Empedocle, questi sono solo alcuni dei comuni che, dal 31 dicembre 2017, rimarranno senza ambulanza del 118”. Inizia così l’allarmante post su Facebook di Giancarlo Cancelleri, presidente del gruppo parlamentare Componente Commissione II Bilancio e Programmazione.

“In totale sono 103 i comuni siciliani per cui la “nuova rete ospedaliera” non prevede più la disponibilità di un’ambulanza – continua il post -. Un’idea folle, criminale, se si pensa alla difficoltà che molti di questi comuni hanno per raggiungere le città più vicine. Per l’ennesima volta la politica dimostra una distanza abissale dal cittadino. Invece di tagliare gli sprechi della sanità (che sono tantissimi) si preferisce tagliare i servizi. E la cosa più incredibile è che Crocetta, i suoi assessori e tutto il Pd hanno festeggiato l’approvazione di questa porcata! Il documento è ufficiale, ma noi ci batteremo ugualmente senza sosta per evitare questa follia”.

Piccoli comuni che resteranno completamente privi del servizio Sues, Servizio urgenza emergenza sanitaria, con le conseguenze che tutti possiamo immaginare. Previsioni preoccupanti che arrivano con un tempismo perfetto, dopo l’annunciata chiusura di 90 reparti entro il 2018, sempre da parte del M5S.

Commenti