Minacce al sindaco di Augusta, solidarietà da tutti i partiti

Minacce al sindaco di Augusta, solidarietà da tutti i partiti

AUGUSTA“Ammazzatela sta sindaca”. Recitava così un commento rivolto nei confronti del sindaco Cettina Di Pietro, che qualche giorno fa è apparso su Facebook, in risposta a un post pubblicato dal consigliere comunale Nilo Settipani.

Il dissidente pentastellato, portavoce comunale del meetup “Augusta 2.0”, aveva espresso le sue perplessità in merito all’apertura di un supermercato della catena tedesca Lidl che, a suo dire, rappresentava una mancanza di tutela per le piccole attività dei commercianti augustani.

È stato appurato che il grave e intimidatorio messaggio non appartiene a un falso profilo, ma a una signora, S.V., che dovrà pertanto assumersi tutte le responsabilità del gesto.

La reazione della politica è stata bipartisan e tutti hanno scritto messaggi di piena solidarietà nei confronti del sindaco Di Pietro, anche se non sono mancati brevi cenni di critica nei confronti del lavoro svolto dell’amministrazione.

In particolare, sul profilo Facebook di Nilo Settipani è apparso, questa mattina, un messaggio di vicinanza da parte del meetup Augusta 2.0 rivolto sia al sindaco, che allo stesso consigliere comunale coinvolto, suo malgrado, nella vicenda:

Io Giuseppe Schermi, in qualità di rappresentante del Meetup Augusta 2.0, in merito alla minaccia di morte, intendo esprimere al nostro Sindaco la massima solidarietà per il deplorevole commento di un soggetto a noi estraneo, e apparso sul post del profilo social del nostro portavoce comunale Nilo Settipani“.

Il consigliere comunale si era già scusato pubblicamente per l’omesso controllo, ritenendo che “controllare tutti i commenti in tempo reale ovviamente è una cosa impossibile. Appena ho visto il commento ho subito provveduto a rimuoverlo“.

Ma Giuseppe Scherni tiene a sottolineare ancora una volta l’estraneità del loro portavoce ai fatti, invitando tutte le parti a evitare facili strumentalizzazioni politiche:

Esprimiamo altrettanta piena solidarietà al nostro Portavoce Nilo Settipani, trovatosi inconsapevole vittima di attacchi mediatici e persino richieste di dimissioni per fatti a lui totalmente estranei”.

E conclude: “Invitiamo con l’occasione il Sindaco a farsi garante del confronto civile, pacato e democratico dentro e fuori le sedi istituzionali. Se da un lato registriamo la crescente insofferenza dei cittadini verso l’Amministrazione, sull’onda delle forti attese di cambiamento, dall’altro lato riceviamo diffusi e preoccupanti tentativi di strumentalizzazione politica, insofferenti verso il diritto costituzionale di libertà d’opinione e le forme istituzionali di controllo ed indirizzo dei consiglieri comunali. 

Commenti