Messina (Catania Futura) “protegge” Notarbartolo: “Giuste le verifiche”

Messina (Catania Futura) “protegge” Notarbartolo: “Giuste le verifiche”

CATANIA – Un altro consigliere comunale interviene – stavolta per prendere le parti del collega Notarbartolo – sulla scottante vicenda di via Manzoni che ha scatenato una faida interna alla maggioranza.

Alessandro Messina – del neonato gruppo Catania Futura – ha dichiarato: “Il consiglio comunale è un organo eletto che tra i suoi compiti ha quello di controllare e verificare anche ciò che fa l’amministrazione. Non ci sembra opportuno, quindi, sminuire questa prerogativa del consiglio né squalificare l’operato dei singoli consiglieri comunali, che devono agire in virtù del mandato che hanno ricevuto direttamente dagli elettori”. 

Quindi una prima mano tesa nei confronti di Niccolò Notarbartolo da parte di Messina che aggiunge: “Il consiglio comunale non agisce supinamente nei confronti dell’amministrazione comunale e i singoli consiglieri devono essere rispettati nell’esercizio delle proprie funzioni”.

In modo istituzionale, richiamando alle prerogativa dei consiglieri, Messina “striglia” la maggioranza: “L’amministrazione nella fattispecie ha semplicemente il dovere di rispondere alle interrogazioni dei consiglieri, se un consigliere presenta precise richieste di chiarimenti in merito a un atto dell’amministrazione. Inoltre, polemiche e repliche supportate anche da altri soggetti ci sembrano un brutto precedente”.

Intanto il capogruppo di Catania Futura Carmelo Coppolino ha posto un’interrogazione all’amministrazione relativa al restauro del monastero di Santa Chiara, attualmente utilizzato come sede della direzione servizi demografici e decentramento.

Coppolino ricorda che al termine dei lavori, che ad oggi procedono molto lentamente, il monastero dovrebbe divenire un museo ma evidenzia “perplessità sul futuro cambio di destinazione d’uso perché, oltre a creare indubbi disagi agli utenti, toglie un presidio di legalità in una zona ad altro rischio penalizzando gli operatori commerciali della zona”

Commenti