M5S presenta l’ennesima sfiducia a Crocetta, Cancelleri: “Vogliamo stanare i deputati di maggioranza”

M5S presenta l’ennesima sfiducia a Crocetta, Cancelleri: “Vogliamo stanare i deputati di maggioranza”

PALERMO – Per Rosario Crocetta è in arrivo la terza mozione di sfiducia in soli tre anni. A proporla è il Movimento Cinque Stelle che, nel corso di una conferenza stampa, ha esposto le ragioni della bocciatura del governo Pd.

Giancarlo Cancelleri, competitor di Crocetta alle scorse elezioni regionali, ha fatto un appello direttamente al premier: “Renzi si riprenda i due ‘bambolotti’ Rosario Crocetta e Davide Faraone che stanno litigando nel cortile di casa creando danni enormi alla Sicilia, trovi figure diverse e serie, oppure ponga fine a questa legislatura e torniamo a votare”.

Con la mozione di sfiducia al presidente della Regione Rosario Crocetta il Movimento 5stelle intende “stanare 11-13 deputati della maggioranza, personaggi che potrebbero fare la differenza”.

“Vogliamo dare luce a questi deputati che si muovono nell’ombraha aggiunto il capogruppo del M5s all’Ars, Giorgio Ciaccio Mi rivolgo all’Udc, a Sicilia Futura, a Sicilia democratica che per farsi belli dichiarano alcune cose sui giornali e poi non vengono in aula o piazzano qualche parente, compagna o amante negli uffici di gabinetto”. Meno ottimista il deputato Giancarlo Cancelleri: “Passerà in aula la mozione? No, perché fuori da qui non ci sono persone che hanno peli sul petto, perché in questo Palazzo c’è gente che nei corridoi dice che firmerà la mozione ma poi dice che in aula non la voterà perché perderebbe il posto di lavoro”.

Però per presentare la mozione servono 18 voti e i 5 Stelle sono 14 quindi servirà l’appoggio di altri deputati dell’opposizione.

Nello Musumeci si è detto pronto a firmare la mozione e votarla ma ha rilanciato la sfida: “Se non dovesse passare, loro sono pronti a consegnare con chi ci sta le dimissioni a un notaio? Facciamolo insieme. Anche dopo aver sfidato la maggioranza con il voto sulla mozione di sfiducia”. 

Commenti