Il nuovo logo di Catania sommerso dall’ironia della rete

Il nuovo logo di Catania sommerso dall’ironia della rete

CATANIA – Doveva essere il nuovo logo della città di Catania di cui andar fieri ma la rete l’ha affossato, nel giro di poche ore, con un’ironia sferzante.

catania

Foto Facebook pagina “A come Catania”

“Abbiamo deciso – aveva spiegato il sindaco Bianco – di avere un brand che mettesse insieme tutti gli elementi per i quali Catania è nota e che possono aiutarci a promuovere il territorio etneo. Il logo infatti, rappresenta gli elementi che ci caratterizzano e per i quali siamo noti in tutto il mondo, a partire dall’Etna. Catania è conosciuta infatti come la città del vulcano e quindi il simbolo di Catania dev’essere legato alla valle dell’Etna, all’Etna Valley. Il secondo elemento è la lettera A, che richiama la storia, l’identità della città: la A di Agata, la Patrona, la A di Atena, dea greca mitica fondatrice, e la A del dittongo Aetna. E i colori non possono che essere il rosso e l’azzurro e anche la scritta Catania non ha i caratteri ufficiali e freddi della burocrazia, ma quelli che esprimono freschezza e ottimismo”.

Foto Facebook pagina "A come Catania"

Foto Facebook pagina “A come Catania”

Ma la “freschezza e l’ottimismo” del logo creato da Mirko Vallone hanno scatenato la satira, specie su Facebook. È nato anche un gruppo per creare un altro logo alternativo e la pagina “A come Catania” ha lanciato diverse varianti: il vulcano stilizzato e la scritta “Catania” non hanno trovato il riscontro dei cittadini (giusto per usare un eufemismo).

Commenti