Leoluca Orlando scrive una missiva a Tsipras: “La bandiera greca è accanto a quella europea, italiana e palermitana”

Leoluca Orlando scrive una missiva a Tsipras: “La bandiera greca è accanto a quella europea, italiana e palermitana”

PALERMO – “Signor presidente, desidero e ritengo doveroso comunicare che durante la notte tra il 5 e il 6 luglio, a seguito della notizia dell’esito del Referendum, ho deciso di far collocare sulla facciata dello storico Palazzo comunale – Palazzo delle Aquile – di Palermo, la bandiera nazionale greca accanto alle bandiere europea, italiana e palermitana”.

Lo ha scritto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in una missiva inviata al primo ministro della Repubblica Ellenica, Aleksis Tsipras.

“La bandiera nazionale greca resterà esposta sino al 15 luglio, – ha continuato il primo cittadino – data della più importante festa religiosa e civile in onore della Santa Rosalia, Patrona della Città”.

“È un gesto di solidarietà e condivisione per il popolo greco, impegnato a sostenere una Europa che non sia più vittima sacrificale in onore del dio denaro – ha aggiunto Orlando -. Il rischio, infatti, non è soltanto che la Grecia esca dall’Unione Europea, ma piuttosto che l’Europa esca da sé stessa, tradisca le sue stesse origini, le sue ragioni fondative. Uscire da se stessa, tradire le sue stesse origini, le sue ragioni fondative è lo stesso rischio che l’Unione Europea corre consentendo, provocando, essendone complice, il genocidio di migliaia di migranti, così come chiaramente denunciato dalla ‘Carta di Palermo 2015Io sono Persona, dalla migrazione come sofferenza/emergenza alla mobilità internazionale come inalienabile diritto umano'”.

“Nel ricordare la sua presenza nel 2014 a Palermo, in occasione della raccolta firme per la presentazione delle liste al Parlamento europeo, – ha concluso Orlando – invio i più cordiali saluti”.

Commenti