Domani ballottaggi in Sicilia: le “sette sorelle” senza sindaco richiamate al voto. Spicca Trapani

Domani ballottaggi in Sicilia: le “sette sorelle” senza sindaco richiamate al voto. Spicca Trapani

PALERMO – Si ritorna nuovamente al voto in Sicilia, dove sono sette i comuni privi di sindaco. Domani, dalle ore 7 alle 23, circa 221mila siciliani dovranno tornare in cabina elettorale per i ballottaggi.

Un numero di comuni rimanenti sensibilmente ridotto rispetto alle precedenti tornate di elezioni, vista la legge elettorale varata lo scorso anno dall’Ars (che consente ai candidati di essere eletti con il 40% +1 e che comprende anche l’allargamento del sistema maggioritario alle cittadine con non più di 15.000 abitanti): si voterà a Trapani, unico capoluogo coinvolto ai ballottaggi, a Termini Imerese (Palermo), Sciacca (Agrigento), Niscemi (Caltanissetta), Palagonia e Scordia (Catania) e Floridia (Siracusa).

A Trapani il ballottaggio è stato oggetto di notizia per tutta la settimana, visto che il candidato sindaco Girolamo Fazio ha deciso di non presentare la lista degli assessori e ritirarsi dalla seconda tornata di elezioni a causa del suo coinvolgimento nell’inchiesta “Mare Monstrum”. L’unico candidato resta quindi Piero Savona, del Partito Democratico. Per essere sindaco, però, Savona avrà bisogno di superare il quorum del 50% ed il 25% di voti a suo favore. Tramutato in numeri: 15mila consensi.

Ci sono nuvoloni grigi anche nel cielo di Termini Imerese, nel Palermitano, dove Francesco Giunta (centrodestra) è finito sotto la lente d’ingrandimento del M5S, che ha innalzato un polverone sul candidato sindaco per la legge Severino. A sfidarlo sarà Vincenzo Fasone, candidato con delle liste civiche.

Nessun partito di cartello a Niscemi, dove a contendersi la poltrona saranno Massimiliano Valentino Conti e Francesco La Rosa, entrambi sostenuti da civiche.

Due sono i comuni catanesi interessati alla giornata di domani: Palagonia e Scordia. Nel primo, sarà ballottaggio tra il sindaco uscente Salvatore Valerio Marletta ed il candidato centrista Salvatore Astuti. Nel secondo, invece, se la giocheranno Maria Contarino, del M5S, e Francesco Barchitta, con liste civiche. 

Floridia, quindi nel Siracusano, sarà sindaco uno tra Orazio Scalorino, sostenuto dal PD e da liste civiche, e Giovanni Limoli, anche lui con delle civiche a supporto. Entrambi ottennero il 27% dei consensi.

Chiudiamo con un ballottaggio “classico ed equilibrato” a Sciacca, dove il centrodestra sostiene Calogero Filippo Borio ed il centrosinistra la candidata Francesca Valenti. 

Alla chiusura dei seggi, cioè alle 23, si procederà con le operazioni di scrutinio.

Commenti