Denuncia dell’on. Gennuso: “Sicilia sull’orlo del baratro”

Denuncia dell’on. Gennuso: “Sicilia sull’orlo del baratro”

PALERMO – Il deputato regionale Giuseppe Gennuso ha lanciato un appello in seguito allo stato di calamità globale che affligge la Sicilia non solo dal punto di vista economico ma anche sociale, culturale e infrastrutturale.

“Basta ai progetti politici per la Sicilia confezionati da governi centrali e referenti politici locali che non hanno rispetto e contezza della situazione attuale. Il nuovo progetto politico per la Sicilia non può che partire dalle risorse dell’isola e da chi ogni giorno qui lavora e si impegna”.

Secondo il deputato, la Sicilia, ormai sull’orlo del baratro, deve puntare all’autonomia e alle condizioni geopolitiche attuali e ha così sentenziato: “Questo Governo rappresenta la mortificazione di tutte le potenzialità a cui la Sicilia e i siciliani possono legittimamente aspirare. Siamo stati svenduti sul tavolo del Governo nazionale, rinunciando a importanti introiti economici come le accise, pur di mantenere in vita un Governo Regionale che da quando si è insediato non fa che azzerare le decisioni prese pochi giorni prima”.

E ancora: “In questa situazione è inevitabile che l’economia ristagni e che ogni possibilità di sviluppo rappresenti un’utopia. Solo un progetto autenticamente siciliano può contribuire a cambiare la rotta. Occorre ripartire non solo dal nostro Statuto Speciale, ma anche dalle professionalità che in questi anni si sono formate e rappresentano una risorsa importante perché hanno contezza delle reali condizioni dell’isola. Sebbene la situazione sia disastrosa, oggi ci troviamo al centro di importanti flussi economici e culturali, che non possiamo sottovalutare. La programmazione riparte da qui, basta a progetti standard per una terra che di standard non ha nulla”.

Commenti