Castelvetrano, assolto l’ex sindaco dall’accusa di abuso d’ufficio

Castelvetrano, assolto l’ex sindaco dall’accusa di abuso d’ufficio

CASTELVETRANO – L’ex sindaco di Castelvetrano, Gianni Pompeo, è stato assolto dall’accusa di abuso d’ufficio dal tribunale di Marsala perché il fatto non costituisce reato.

Per l’ex primo cittadino il pm aveva chiesto due anni di carcere. All’origine della vicenda la revoca dell’incarico da parte di Pompeo a Simone Marcello Caradonna, comandante dei vigili urbani. Era il 2009 e il sindaco dello scudocrociato rimosse il comandante che poi lo denunciò.

Caradonna, infatti, fece ricorso al giudice del lavoro e chiese e ottennne il reintegro.

Inoltre il comandante ottenne di restare in sella sino alla scadenza del contratto, nel 2012. Tuttavia secondo l’ex sindaco la revoca era stata motivata dal fatto che Caradonna non avrebbe raggiunto gli obiettivi richiesti dall’amministrazione e non avrebbe osservato le direttive del primo cittadino.

I difensori di Pompeo hanno sostenuto che il primo cittadino aveva la possibilità di revocare l’incarico a propria discrezione.

Commenti