Accordo Ryanair-comuni trapanesi per l’aereoporto Birgi: necessari sei milioni di euro

Accordo Ryanair-comuni trapanesi per l’aereoporto Birgi: necessari sei milioni di euro

PALERMO – I comuni trapanesi confermano l’accordo di co-marketing con la compagnia aerea Ryanair, affinchè quest’ultima possa continuare a utilizzare l’aereoporto “Vincenzo Florio” di Trapani Birgi. 

Un accordo stanziato sulla base di 6 milioni di euro, che gli enti locali anticiperanno, recuperando i fondi dalla Regione Sicilia. L’obbiettivo principale è quello di incrementare il numero di passeggeri che, l’anno scorso, è stato di circa un milione e mezzo.

Nella finanziaria in fase di analisi da parte dell’Ars, sono previsti 5 milioni di euro per il 2018 e 5,5 milioni di euro per il 2019, compreso un intervento iniziale di ricapitalizzazione di Airgest.  4 milioni di euro verranno investiti dalla regione per aumentare il flusso turistico nell’area di riferimento del suddetto aereoporto. 

Somma che, insieme ai circa 2,5 milioni di euro nelle casse del Libero Consorzio Comunale di Trapani (l’ex Provincia), potrebbe coprire agevolemente buona parte del nuovo accordo.

Commenti