Primavera e allergie di stagione: un binomio dai numerosi fastidi

Primavera e allergie di stagione: un binomio dai numerosi fastidi

CATANIA – Da sempre la primavera va a braccetto con le allergie. Con l’arrivo della bella stagione, infatti, se per alcuni arriva il tempo di maniche corte, giornate al sole e passeggiate all’aria aperta, per altri, arrivano gli starnuti, il prurito agli occhi, la lacrimazione, il naso chiuso e l’asma

Secondo quanto riportato da un’indagine condotta da Assosalute pubblicata dal giornale La Repubblica, il 40% circa di italiani soffre di una qualche forma di allergia

Le cause sembrano essere riconducibili al nostro stile vita, almeno questo è quanto dichiarano gli esperti. 

I sintomi, fastidiosi, sono starnuti continui, prurito agli occhi, lacrimazione, naso chiuso e asma. 

Tra i consigli c’è sicuramente quello di lavarsi spesso così da allontanare gli allergeni che si depositano sul nostro corpo, soprattutto su capelli, ciglia e palpebre. 

I farmaci più utilizzati per combattere l’allergie di stagione sono gli antistaminici e gli antiallergici e ancora i decongestionanti, i vasocostrittori e i corticosteroidi. 

C’è chi, però, ai comuni medicinali preferisce i rimedi naturali che riescono a rallentare il rilascio di istamina da parte del nostro corpo e a ridurre i sintomi. L’istamina, infatti, è la proteina che una volta a contatto con un allergene provoca reazioni come occhi arrossati, eritemi e rinorree. 

Tra i rimedi naturali più comuni abbiamo:

  • La vitamina C: tra le tante proprietà di questa vitamina, tra le quali si contano la funzione antiossidante e quella di sintesi del collagene, c’è anche quella di rappresentare un buon antistaminico naturale. La vitamina C è contenuta in vari alimenti come arance, peperoni, carote, broccoli, cavolfiori, fragole, spinaci, limoni, pompelmo, kiwi, pomodori, lattuga e banane.
  • I flavonoidi: sono composti secondari delle piante che aiutano a prevenire il rilascio di istamina. Uno dei flavonoidi più noti è la quercitina presente negli agrumi, nelle cipolle, nelle mele, nel prezzemolo, nei pomodori, nei broccoli, nei legumi e nella lattuga.
  • L’omega 3: sono acidi grassi essenziali con ottime proprietà antinfiammatorie. Si trovano nel salmone e nelle noci. Per chi dovesse essere allergico a questi due alimenti il consiglio è quello di assumere gli omega 3 da fonti più sicure come i semi di canapa e l’olio di semi di lino.
  • Le erbe aromatiche e le piante officinali: fra questi vegetali si trovano alcuni in grado di moderare il rilascio di istamina: lo zenzero, la camomilla, l’echinacea, il basilico, il finocchio, l’aglio, la radice di liquirizia, il ginkgo biloba e l’alga spirulina.
  • Il ribes nero: è uno degli antistaminici naturali più apprezzati ed è ricco di vitamina C adatta a rafforzare il sistema immunitario.
  • Il tè verde: ricco di quercitina e catechina (metaboliti vegetali antiossidanti) il tè verde è un ottimo antistaminico naturale. La presenza dei componenti capaci di ridurre il rilascio di istamina si trova nelle sue foglie.
  • L’ortica: un’altra pianta ricca di quercitina da sempre protagonista dei rimedi naturali contro le allergie. Ci si possono fare tisane o si può assumerla in capsule. In quest’ultimo caso è opportuno chiedere il consiglio dell’erborista di fiducia dal momento che l’ortica è sconsigliata a chi segue terapie contro la pressione alta e alle donne in stato interessante.
  • L’aceto di mele: la dose consigliata contro le allergie di stagione è di due cucchiaini sciolti in un bicchiere d’acqua. Seguire la ricetta per tre volte al giorno, quattro giorni alla settimana, è considerato un toccasana per prevenire i sintomi allergici.
  • Il basilico: un buon antistaminico per alleviare le eruzioni cutanee. Gli esperti consigliano di usare le sue foglie per preparare una tisana e di versare, una volta raffreddato, il liquido sulla pelle. Le proporzioni sono 30 grammi di foglie di basilico essiccate per ogni litro d’acqua.
  • ll rooibos: il cosiddetto tè rosso africano è considerato un efficace antistaminico naturale. Lo si trova in ogni erboristeria, negozio specializzato o alimentari. Le sue proprietà antinfiammatorie ne consigliano un uso frequente.

Commenti