Musica per la Pace

Musica per la Pace

CATANIA – Un concerto per ricordare le vittime e i caduti di tutte le guerre e usare la musica come strumento di Pace. In un momento storico delicato, come quello che stiamo vivendo, è importante lanciare un messaggio di speranza e fratellanza tra i popoli per impedire che l’odio ci terrorizzi ancora. La musica può e deve diventare strumento d’unione e condivisione.

Noli quaerere Requiem, del maestro Antonio Pappalardo nasce per ricordare i caduti della Prima Guerra mondiale,  in occasione del Centenario, e celebrare il duecentesimo della Fondazione dell’arma dei Carabinieri.

Il momento storico attuale però non poteva non diventare anche un momento di confronto con la comunità islamica catanese.

Abbiamo scelto Catania – dice il generale maestro Antonio Pappalardo maestro e compositore del concerto “Noli quaerere Requiem”, requiem per soli, coro e orchestra – perché la Sicilia è sempre crocevia di popoli e terra di pace. Abbiamo scelto un concerto invece di una manifestazione di piazza per dire che grazie alla musica possiamo dire NO al terrore e alla minaccia di fanatici che nulla hanno a che fare con la religione“.

In risposta sia ai vili attentati di Parigi sia alle azioni di dimostranti che, nottetempo hanno imbrattato la moschea di Catania, l’imam Kheit Abdelhafid risponde con messaggi di fede e speranza nella comunione dei popoli che, storicamente, sono sempre stati fratelli, anche in terra di Sicilia. Attacca, invece, duramente certa stampa che “fa anch’essa terrorismo diffondendo paura, odio e razzismo“.

La violenza genera violenza e non possiamo permettere che quest’odio possa separarci. La cultura è strumento per zittire chi vuole solo generare odio” afferma l’assessore alla Cultura di Catania Orazio Licandro.

Alle 15,00 si è svolto, nella moschea di Catania, un ricordo dei Caduti della Grande Guerra con l’intervento delle alte cariche istituzionali e religiose: l’Imam Kheit Abdellafid, mons. Gaetano Zito, Alfredo Maiolese, presidente della Lega dei Musulmani Europei, Rosario Crocetta, presidente della Regione Siciliana, Enzo Bianco, sindaco di Catania; il portavoce della Comunità di Sant’Egidio Emiliano Abramo e Giusy Brogna del Movimento dei Focolari.

requiem 1

Il concerto “Noli quaerere Requiem”, requiem per soli, coro e orchestra del maestro Pappalardo, in prima assoluta mondiale si terrà sabato alle ore 21. Il cast sarà composto dal soprano Daniela Marabete, dal mezzosoprano Sonia Fortunato, dal tenore Antonino Interisano e dal basso Giuseppe Lo Turco, diretti dal maestro Francesco Vizioli.

Prima che lo spettacolo inizi il maestro e la sua orchestra eseguiranno gli inni nazionali di Italia e Francia.

Commenti