Coreani alle Isole Eolie: tra cinema e vulcani

Coreani alle Isole Eolie: tra cinema e vulcani

SALINA – Accompagnati dal console coreano a Palermo, Antonio Di Fresco, una delegazione coreana composta da giornalisti e agenti di viaggio ha avuto modo di immergersi, sia pure per sole ventiquattro ore, nell’atmosfera delle Isole Eolie. L’iniziativa rientra nell’ambito di un più ampio educational organizzato dall’assessorato regionale al Turismo della Regione Sicilia.

Il gruppetto di dieci persone è stato inizialmente accolto dal sindaco Marco Giorgianni che, nel ringraziare i promotori dell’iniziativa, accompagnato dall’assessore al Turismo Ersilia Pajno, ha dato il benvenuto istituzionale, illustrando brevemente le peculiarità del proprio territorio. Nel corso del tour alle isole, organizzato da Federalberghi Isole Eolie, la delegazione ha avuto modo di godere di una visita guidata dell’isola di Lipari con sosta in alcune aziende vinicole del posto.

La direttrice del Museo Archeologico Eoliano, Maria Amalia Mastelloni, ha accompagnato personalmente la delegazione attraverso i padiglioni del museo e a visitare l’isola di Salina, di cui alcuni di loro avevano già sentito parlare grazie al film Il Postino. Nel corso delle 24 ore non sono mancati gli aperitivi, le cene e gli spuntini a base di prodotti e ricette locali. Soddisfatto il presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori Sicilia, Christian Del Bono, il quale ha ribadito l’apertura degli operatori turistici siciliani ed eoliani verso il mercato asiatico in generale. “Sono positivamente sorpreso – ha dichiarato Del Bono – per l’interesse e l’entusiasmo dimostrato verso le isole Eolie da parte della delegazione coreana”.

Park Young Joo, in rappresentanza del maggiore tour operator della Corea con sede a Milano, ha infatti manifestato l’intenzione di lavorare alla realizzazione di un pacchetto turistico che possa esaltare il tema dei vulcani e quello del cinema alle Isole Eolie.

Maria Morelli

 

 

Commenti