Concerti di Capodanno nel segno della solidarietà. Il ricavato devoluto in beneficenza

Concerti di Capodanno nel segno della solidarietà. Il ricavato devoluto in beneficenza

PALERMO – Concerti di capodanno nel segno della solidarietà a Palermo. Quello al Teatro Massimo con “La festa del fuoco” diretto dal maestro Gabriele Ferro e quello al Teatro Politeama Garibaldi con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Antoine Rebstein che si è esibita in valzer, marce e polke di Suppé, Offenbach e Strauss, sono stati i principali eventi culturali che hanno dato vita al 2015 nel capoluogo siciliano.

“L’adesione entusiasta di moltissimi spettatori con il tutto esaurito – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – è segno dell’ormai consolidato rilancio delle attività culturali a Palermo e conferma il rapporto con la città della Fondazione Teatro Massimo e della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, alle quali esprimo a nome dell’intera città apprezzamento e sostegno”.

“Anche quest’anno – ha concluso il primo cittadino di Palermo – il ricavato dei biglietti per il Concerto al teatro Massimo, è stato significativamente devoluto in beneficenza e andrà a favore del Cento Astalli e dell’Istituto di Santa Chiara, entrambi attenti alle necessità di chi vive in situazioni di disagio, in particolare fra i migranti”.

”I due concerti di ieri pomeriggio – ha aggiunto l’assessore comunale alla Cultura, Andrea Cusumano – rappresentano la conferma del percorso culturale della città e l’attenzione che l’Amministrazione pone alla cultura e alle istituzioni culturali come volano della rinascita della città. La grande partecipazione di pubblico registrata nei due principali teatri cittadini – ha concluso – è segno della risposta positiva alla proposta culturale della città”.

Commenti