Vittoria, omicidio Saillant: il cerchio si stringe attorno all’assassino. Accusato un 57enne

Vittoria, omicidio Saillant: il cerchio si stringe attorno all’assassino. Accusato un 57enne

VITTORIA – Si stringe il cerchio attorno all’assassino del vigile del fuoco Giorgio Saillant ucciso ieri sera a Vittoria con alcuni colpi di arma da fuoco all’interno della propria auto.

Gli investigatori hanno scandagliato la vita privata del 57enne vigile del fuoco, lontano da giri loschi e senza debiti e sembrerebbe che i motivi del brutale omicidio siano da ricercare in fatti di natura personale.

Pare che già in passato Saillant avesse subito qualche piccolo atto intimidatorio. Attualmente c’è un uomo sotto torchio, di circa 60 anni, che potrebbe essere sospettato del delitto, inchiodato da alcuni riscontri sull’arma del delitto e dalle telecamere di sorveglianza.

A breve dovrebbe scattare il fermo per Filippo Assenza, 57enne vittoriese, per l’omicidio del coetaneo Giorgio Saillant. A inchiodare l’uomo sarebbero stati sia i tabulati telefonici sia la corrispondenza dell’arma. 

Filippo Assenza

Filippo Assenza

Come si ipotizzava in un primo momento la pista sembrerebbe essere quella passionale. Assenza sarebbe stato accecato dalla gelosia per una relazione extraconiugale della moglie con il vigile del fuoco in servizio a Ragusa. Da qui l’efferato delitto.

Commenti