Vittoria, minacce al giornalista Borrometi attraverso i social: la Polizia individua i responsabili

Vittoria, minacce al giornalista Borrometi attraverso i social: la Polizia individua i responsabili

VITTORIA – Avevano minacciato il giornalista Paolo Borrometi ma la polizia li ha subito individuati.

La Mobile da tempo indaga sulle ripetute e gravissime minacce rivolte al cronista e ha effettuato diverse perquisizioni che hanno portato anche al sequestro di personal computer ed altri apparati informatici.

Gli indagati hanno subito ammesso le loro responsabilità e alcuni sono stati colti in flagranza di reato mentre avevano ancora il profilo aperto ancora sul sito del quotidiano on line diretto dallo stesso Borrometi.

Sono state denunciate due persone, L.V e L.R., per aver minacciato di morte il giornalista: si tratta di due volti noti alle forze dell’ordine e con una spiccata caratura criminale.

Le perquisizioni ed i sequestri degli apparecchi informatici sono stati disposti dalla procura distrettuale antimafia di Catania che è competente per i reati commessi da soggetti orbitanti in ambienti di criminalità organizzata o commessi con metodologie mafiose.

Su Facebook il giornalista ha scritto: “Tanta sofferenza, tanti sacrifici, tanta rabbia e preoccupazione. Oggi voglio ringraziare, di cuore, la Dda di Catania e la polizia di Ragusa per l’attenzione che hanno messo – sempre – verso le vili minacce che mi riguardano da mesi”.

“Adesso la Giustizia – ha concluso – farà il suo corso ma è un segnale importantissimo: Denunciare conviene. Si va avanti, insieme!”.

Commenti