Viaggio nel mistero e nell’incompiuto: benvenuti a Giarre! VIDEO

Viaggio nel mistero e nell’incompiuto: benvenuti a Giarre! VIDEO

GIARRE – Il nostro “viaggio” parte da qui, da questo paese in provincia di Catania. Un territorio che annovera bellezze storiche e un incantevole litorale. Ma la nostra attenzione, tuttavia, non sarà rivolta né all’una, né all’altra cosa. Ci soffermeremo su altre “bellezze”, mai compiute, a volte mai iniziate potremmo azzardare. 

Sì, la Sicilia è al terzo posto in Italia per opere incompiute, certamente non un vanto, ma se si pensa che Giarre ne possiede più di due grandi città come Catania e Palermo, beh, non resta che riflettere. Una “tradizione” storica, che, per chi non lo sapesse, nasce negli anni Settanta, quando nel paese non esistevano strutture pubbliche quali piscine o campi sportivi. Ebbene, negli anni, tra un appalto e l’altro, sono stati posti mattoni qua e là, senza, però, che qualcuno potesse trarne beneficio. Se non le ditte appaltatrici, alcune fallite negli anni, e chi, sull’entusiasmo di quei progetti, ha dato l’illusione di poter dare a Giarre un nuovo volto, più moderno e ricco di strutture per i ragazzi e per migliorare la vita dei propri cittadini. 

Ad esempio, il teatro comunale “vanta” ben quattro progettazioni diverse, la prima nel 1968. Ma nessuna di queste ha mai visto il taglio del nastro. Alcuni abitanti lo vedono anche come un pericolo per i bambini che ci vanno a giocare oltre che deposito per la malavita.

Per non parlare dello storico campo da polo da 20 mila posti. Qua la domanda, oltre a essere “che fine ha fatto?” sarebbe: “in quanti praticano il polo?”. La struttura sarebbe dovuta essere completata a gennaio, ma ad aprile tutto sembra come in passato, a parte qualche giardiniere e operaio che ogni tanto effettuano qualche intervento. Ad oggi, la pista di atletica viene sfruttata dai cittadini come luogo pubblico dove svolgere attività sportiva.

E, ancora, la “mitica” piscina da 49 metri. Per la cronaca, quelle olimpioniche sarebbero di 50: l’ultimo metro dove è finito?

L’elenco sarebbe ancora lungo e abbiamo raccolto nelle foto alcune delle opere fatiscenti presenti nel Giarrese, che, qualche anno fa (2010) ha dato vita al primo “Festival dell’incompiuto siciliano”. Buon viaggio! (si fa per dire).

Andrea Lo Giudice – Daniela Torrisi

Commenti