Valledolmo, armi nascoste tra fieno e animali morti

Valledolmo, armi nascoste tra fieno e animali morti

VALLEDOLMO – Alle prime luci dell’alba i carabinieri delle Stazioni di Valledolmo ed Alia hanno proceduto all’arresto di un pastore, in contrada Gulfa. L’uomo, durante un controllo nelle campagne, alla vista della pattuglia che stava perlustrando le contrade rurali al confine tra Valledolmo ed Alia, ha tentato di nascondersi tra i cespugli. Ma l’insolito comportamento ha insospettito i militari, che l’hanno subito bloccato e identificato: Salvatore Zimbardo, 67 anni, con precedenti penali per armi.

ZIMBARDO Salvatore

Immediatamente è stata effettuata una perquisizione del caseggiato in cui l’uomo vive e tra mucchi di fieno, sporcizia e carcasse di animali morti, sono stati trovati una vecchia rivoltella con il colpo in canna, un moschetto ’91 ed una carabina calibro 38. Insieme alle armi erano presenti anche i relativi munizionamenti. Il tutto è stato posto sotto sequestro dai militari della Stazione.

Dopo l’udienza di convalida, l’uomo è stato posto in custodia cautelare nella casa circondariale di Termini Imerese.

Commenti