Uomo ubriaco distrugge la propria abitazione aggredendo moglie e figlio

Uomo ubriaco distrugge la propria abitazione aggredendo moglie e figlio

CATANIA – Alcol e rabbia: ancora una vola un connubio che poteva avere un tragico epilogo. Questa volta per fortuna l’intervento della polizia e l’astuzia delle vittime ha evitato il peggio.

Ieri sera, verso le ore 21, è arrivata una segnalazione alla polizia che all’interno di un’abitazione stava succedendo qualcosa di strano. I boati e il rumore di vetri rotti, infatti, hanno fatto capire ai vicini che era in corso una rissa.

Le forze dell’ordine si sono precipitate all’indirizzo indicato e appena arrivate hanno incontrato una donna in fuga. Si trattava della moglie di F.S., uomo pregiudicato e già noto agli agenti, che lo hanno trovato all’interno della casa pronto ad aggredirli. Con qualche difficoltà, però, i poliziotti sono riusciti a fermare il quarantaduenne, in preda alla rabbia e agli effetti dell’alcol: il cattivo odore emanato dall’aggressore, infatti, ha dato subito delle indicazioni precise sulle sue condizioni.

Una volta arrestato l’uomo, gli agenti hanno trovato il figlio nascosto in una stanza dopo essere stato colpito: i segni della colluttazione erano evidenti.

Adesso l’energumeno è posto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione.

Commenti