Trecastagni, targa sparita dalla panchina rossa

Trecastagni, targa sparita dalla panchina rossa

TRECASTAGNI – Quello che è successo a Trecastagni non può essere considerato semplicemente il vile atto di uno stupido o di un vandalo. L’epigrafe sparita dalla panchina rossa rappresenta un tentativo deprecabile di profanare la memoria di due ragazze, Giordana e Laura, entrambe vittime della violenza di genere.

In qualità di consigliera comunale di Catania, Ersilia Saverino chiede che si faccia piena luce su quanto accaduto e che gli autori di questo vile gesto siano individuati e puniti come meritano. Inoltre visto che le panchine rosse contro la violenza sulle donne, anche su precisa iniziativa della consigliera Saverino, si trovano in molti paesi della provincia etnea e non solo, avendo interessato anche la provincia di Enna, le forze dell’ordine devono vigilare affinché non ci siano emuli che vogliano compiere lo stesso atto di Trecastagni.

La società sta cambiando e la violenza contro le donne vuol dire non arretrare di fronte a questi atti di incredibile stupidità e viltà.

 

Commenti