Trapani, sequestrate quote azionarie all’ex presidente di Confindustria

Trapani, sequestrate quote azionarie all’ex presidente di Confindustria

TRAPANI – Le Indagini antimafia condotte nel Trapanese hanno portato al sequestro di ingenti somme di danaro da parte della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani.

Alcune di queste riguardano le quote societarie di maggioranza della Cedit srl, amministrata dall’ex presidente di Confindustria Trapani, Davide Durante, in seno alla società consortile Igea San Carlo, che era già stata parzialmente sequestrata lo scorso agosto.

Il questore di Trapani nella prima tranche dell’indagine aveva chiesto il sequestro soltanto delle quote della Funaro Costruzioni srl, dell’imprenditore Pietro Funaro.

Questi, dalla metà degli anni Novanta, è presente in varie indagini antimafia.

Proprio a Funaro, due mesi fa, furono sequestrati, complessivamente, beni per circa 25 milioni di euro. Il sequestro integrativo delle quote della Cedit è stato disposto dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani, presieduta dal giudice Piero Grillo, in autonomia, alla luce delle risultanze fornite dall’amministratore giudiziario della società consortile Igea San Carlo.

Da un accurato esame dei documenti societari emergerebbe che l’intera società era gestita da Pietro Funaro, nonostante la Cedit di Davide Durante detenesse la quota sociale maggioritaria.

Durante, a sua volta, è attualmente indagato dalla Procura di Trapani con l’accusa di essersi appropriato di 600 mila euro, mentre era anche presidente del Consorzio Confidi. 

Commenti