“Ti stacco la testa”: indagate tre maestre di un asilo. Maltrattavano i bambini

“Ti stacco la testa”: indagate tre maestre di un asilo. Maltrattavano i bambini

PALERMO – Sono tre le maestre indagate a Palermo per maltrattamenti nei confronti di quattro bimbi di una scuola dell’infanzia nel centro del capoluogo etneo. 

Per raccontare la vicenda dobbiamo fare un passo indietro: tutto si ricollega ad un anno fa quando i genitori di un bambino nascosero un registratore acceso nel cestino della merenda catturando, così, frasi violente. “Ti stacco la testa, tu dovresti stare nella giungla”.

L’accusa nei confronti delle maestre risale all’anno scorso ma la vicenda viene fuori soltanto adesso perchè in Tribunale, racconta “La Repubblica”, è stato convocato un incidente probatorio, ovvero un confronto fra accusati e accusatori. 

Quello di cui le maestre sono accusate non è soltanto di violenza verbale. Di violenze ce ne sarebbero altre, soprattutto psicologiche visto che, il registratore posto nell’aula, ha riportato l’invito alla classe a lasciare il bimbo in questione da solo… in seguito si sente il tonfo di una sedia sbattuta a terra. 

I genitori riportarono le registrazione al proprietario della scuola e fu lui stesso a licenziare la maestra in questione e a presentare un esposto alla magistratura. Altre due maestre, sempre coinvolte nei maltrattamenti, si dimisero volontariamente. 

Il bambino non fu l’unica vittima. Altre tre compagnetti furono maltrattati. 

La Procura ha deciso di scoprire quanto accaduto grazie a questo incidente probatorio. 

Commenti