The Terminal, arresti alla Gesap: corruzione e appalti truccati

The Terminal, arresti alla Gesap: corruzione e appalti truccati

PALERMO – Si è conclusa stamattina l’operazione della polizia di Palermo, sezione Anticorruzione, denominata “The Terminal”, coadiuvata dalla polizia di frontiera aerea. 

Quattro gli arresti per associazione a delinquere, truffa aggravata ai danni dello Stato, turbata libertà di scelta del contraente e corruzione. La solita storia: appalti truccati, concessi solo ad “alcuni fortunati”.

Di questi reati devono rispondere Carmelo Scelta, ex amministratore delegato della Gesap, e Giuseppe Listro, responsabile unico del procedimento degli appalti, entrambi finiti ai domiciliari.

Gli altri due indagati sono l’ingegnere Giuseppe Giambanco, professore all’università di Palermo, a cui è stato imposto il divieto di dimora a Palermo, e Stefano Flammini, imprenditore romano con sospensione di ogni attività societaria per almeno un anno.

Una vera e propria società a delinquere che operava indisturbata sotto le mentite spoglie di un organismo di diritto pubblico, l’aeroporto Internazionale Falcone e Borsellino di Palermo-Punta Raisi. 

Commenti