Tenta di corrompere un militare della Guardia di Finanza. Arrestato

Tenta di corrompere un militare della Guardia di Finanza. Arrestato

PALERMO – Un commerciante cinese di 44 anni è stato arrestato dalla Guardia di Finanza  del Gruppo Pronto Impiego di Palermo, per aver cercato di corrompere un militare in seguito ai controlli in corso in vari negozi della città.

Siamo a Palermo, in via Lincoln, quella che è ormai la China Town della Conca d’Oro. L’uomo, mentre i militari svolgevano dei controlli nel negozio gestito dalla moglie, ha infilato nella tasca posteriore dei pantaloni di un militare, sette banconote da 50 euro l’una aggiungendo: “Questi per offrirvi un caffè.  L’uomo è stato subito tratto in arresto e il denaro, 350 euro, sequestrato. Su disposizione dell’autorità giudiziaria sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Ulteriori indagini, condotte all’interno dell’esercizio commerciale – un negozio destinato prioritariamente alla vendita di materiale elettrico ed informatico – hanno permesso di individuare diversi prodotti palesemente contraffatti e pericolosi.
Sono stati pertanto sequestrati oltre 6.500 articoli, tra orologi e accendini contraffatti, materiale informatico come tastiere, mouse, caricabatterie, cavi Usb, prese a scart, webcam, cuffie, oltre a materiali elettrici confezionati ed etichettati in modo da ingannare l’acquirente, con evidenti incongruenze tra le indicazioni presenti sulla confezione ed il prodotto contenuto come ad esempio, la mancata coincidenza tra il voltaggio di una tipologia di lampadine con quello impresso nella relativa confezione.

 

Commenti