“Telemarketing selvaggio, norma legittima molestie a danno degli utenti”: la protesta del Codacons

“Telemarketing selvaggio, norma legittima molestie a danno degli utenti”: la protesta del Codacons

PALERMO – Durissimo Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons, contro la norma sul telemarketing, contenuta nel testo del Ddl concorrenza, che elimina il requisito del consenso preventivo per le chiamate promozionali, prevedendo come unica forma di tutela dell’utente la possibilità di rifiutare le sole chiamate successive alla prima.

“Con tale norma governo e parlamento cancellano con un gesto di spugna anni e anni di lotta al telemarketing selvaggio, rendendo il settore una vera e propria giungla dove il cittadino sarà totalmente indifeso – denuncia Tanasi – Quanto contenuto nel ddl concorrenza è semplicemente una assurdità, e legittima ogni forma di molestia telefonica a danno degli utenti da parte di call center e operatori commerciali”.

“Mentre il fenomeno del telemarketing selvaggio è addirittura triplicato negli ultimi 5 anni –conclude Tanasi -, con chiamate commerciali che disturbano i cittadini ad ogni ora e più volte al giorno, i nostri politici hanno pensato bene di liberalizzare le telefonate promozionali, autorizzando così una giungla che danneggerà enormemente gli utenti”.

Commenti