Succede a Siracusa e provincia: 7 giugno POMERIGGIO

Succede a Siracusa e provincia: 7 giugno POMERIGGIO

SIRACUSA – Ecco le operazioni condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • I carabinieri della compagnia di Siracusa hanno intensificato i controlli per i furti di agrumi nelle numerose aziende agricole presenti sul territorio siracusano e ciò ha permesso ieri ai militari del locale comando stazione di Ortigia di arrestare due siracusani Salvatore Grande, 29 anni, con precedenti di polizia specifici e D.D.20 anni, incensurato per furto aggravato. I due dopo essersi introdotto all’interno di una azienda agricola ubicata in contrada Fanusa, hanno cercato prima di trafugare 95 kg di limoni, già collocati in sacchi per il trasporto e poi di darsi alla fuga. Solo una meticolosa e accurata attività d’indagine e conoscenza del territorio dei carabinieri ha permesso loro di individuare i due siracusani e fermarli. La refurtiva è stata restituita al responsabile dell’azienda agricola mentre i due arrestati sono stati rimessi in libertà, non riscontrando esigenze applicazione misure cautelari, così come disposto dall’autorità giudiziaria di Siracusa.

refurtiva limoni GRANDE Salvatore cl. 1998

(In alto a destra: Salvatore Grande, 29 anni)

  • Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Solarino hanno arrestato Santo Amenta, siracusano, 40 anni, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Siracusa. Il provvedimento in questione è scaturito a seguito di accertamenti compiuti dal comando carabinieri e si riferiscono alla violazione del divieto di avvicinamento alla parte offesa, cui il quarantenne è sottoposto in ambito procedimento penale per atti persecutori. L’arrestato è stato cosi condotto nella casa circondariale “Cavadonna”, come disposto dalla autorità giudiziaria.
Santo Amento, 40 anni

Santo Amento, 40 anni

Commenti