Succede a Siracusa e provincia: 20 gennaio MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 20 gennaio MATTINA

SIRACUSA – Carabinieri. I fatti di cronaca più importanti di Siracusa e provincia:

  • I carabinieri del comando stazione di Cassibile hanno arrestato per violazione degli arresti domiciliari Leonardo Adamo, 38 anni, siracusano. L’uomo era sottoposto alla pena detentiva nella propria abitazione per associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Adamo è stato condotto nella casa circondariale di  Cavadonna dove dovrà rimanere fino al luglio di quest’anno.
Leonardo Adamo, 38 anni

Leonardo Adamo, 38 anni

  • I carabinieri del Comando Stazione di Priolo hanno arrestato Maria Bonura, 49 anni, di Priolo Gargallo per espiare la pena di due anni, un mese ed un giorno di reclusione, per favoreggiamento personale, commesso a Palermo nel dicembre del 2002, e per il furto aggravato e tentata estorsione, commessi a Siracusa nel 2011. La donna, al termine delle incombenze di rito, è stata condotto nella casa circondariale “Piazza Lanza” di Catania.
Maria Bonura, anni

Maria Bonura, 49 anni

  • Le ultime incisive azioni di controllo straordinario del territorio attuate dai carabinieri della stazione di Francofonte, sotto il coordinamento della compagnia Carabinieri di Augusta, ed attuate per garantire maggiore sicurezza in quel centro abitato, hanno riscosso il consenso della gran parte popolazione locale. Non tutti hanno però apprezzato l’intenso lavoro dei carabinieri la cui costante presenza ha, evidentemente, “disturbato” chi è ancora distante dal rispetto dei valori della legalità. Infatti, negli ultimi giorni erano apparse sul social network “Facebook” immagini ritraenti veicoli militari della locale stazione carabinieri tutte corredate da manifestazioni di disprezzo nei confronti dell’Arma dei carabinieri. Le indagini subito avviate sulla vicenda, hanno consentito, nel pomeriggio di ieri, ai militari della locale stazione, di individuare gli autori del gesto. Tre giovani francofontesi, due dei quali pregiudicati, sono stati quindi deferiti all’autorità giudiziaria per vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle Forze Armate.
  • Nel corso della notte, a seguito di segnalazione pervenuta sul numero di emergenza 112 da alcuni cittadini, i carabinieri dell’aliquota radiomobile del N.O.R.M. della compagnia di Noto e della stazione di Rosolini sono intervenuti in un negozio di articoli per la casa per un furto in atto. Giunti immediatamente dopo sul posto, grazie alle telecamere di sorveglianza dell’esercizio commerciale, i militari hanno immediatamente ricostruito la dinamica dei fatti: i malfattori hanno utilizzato come ariete una utilitaria di colore nero per infrangere il vetro ed introdursi all’interno del negozio dal quale hanno sottratto profumi e cosmetici vari sistemandoli all’interno di ceste in plastica da panettiere. Ma dopo pochi istanti, avvertendo il sopraggiungere delle auto dei militari che erano già impiegati in servizio di perlustrazione nel comune di Rosolini, i malviventi si sono dati precipitosamente alla fuga lasciando sul posto gran parte della merce che erano intenzionati ad asportare. Dopo aver diramato le ricerche degli autori del reato a tutti i servizi esterni impiegati sul territorio, i carabinieri hanno proceduto ai necessari rilievi tecnici all’interno dell’esercizio commerciale allo scopo di individuare tracce utili all’identificazione dei colpevoli. Sono in corso le indagini del caso al fine di individuare gli autori del reato.

Furto con spaccata Rosolini

Commenti