Succede a Siracusa e provincia: 14 marzo MATTINA

Succede a Siracusa e provincia: 14 marzo MATTINA

SIRACUSA – Carabinieri: ecco le operazioni più importanti di questa mattina.

  • I carabinieri della Stazione di Cassibile hanno arrestato Roberto Di Mari, 58 anni, e Maria Grazia Puglisi, 32 anni, per il reato di furto aggravato in concorso. I due sono stati sorpresi mentre asportavano, dall’interno di un’azienda agricola sita in Contrada Fonte Ciane, 300 Kg. di arance accantonate in ceste e pronte per essere caricate a bordo di una Fiat Panda di proprietà di uno dei due. Gli imputati sono stati avvistati e prontamente bloccati dai militari dell’Arma impegnati nel pattugliamento. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario. Al termine delle formalità di rito, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari nella loro comune abitazione.
di mari puglisi

Maria Grazie Puglisi, 32 anni – Roberto di Mari, 58 anni

  • I militari della Stazione carabinieri di Lentini e della Compagnia di Augusta hanno dato esecuzione a 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere ed ad una misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanamento dallo stesso comune. I destinatari del provvedimento, tutti Lentinesi, dovranno rispondere di detenzione e cessione di un’arma e traffico di sostanza stupefacente. Nello specifico, l’attività d’indagine è stata avviata a seguito dell’arresto nei confronti di Shasa Antony Bosco, 25enne lentinese, il quale è stato trovato in possesso di 124 grammi di marijuana, 47 grammi di cocaina, una pistola beretta calibro 9 con matricola abrasa e del relativo munizionamento, alcune decine di proiettili cal. 9. L’episodio ha consentito di avviare mirate indagini che si sono concluse con la richiesta di emissione della misura cautelare a carico di ulteriori tre soggetti. In particolare per due di loro, Vincenzo Sorge, 36enne, disoccupato, pregiudicato ed il padre Angelo Sorge, 59enne, impiegato comunale, incensurato, è stata accertata la detenzione illegale dell’arma clandestina che, successivamente, veniva ceduta in concorso tra loro a Shasa Bosco, mentre per il terzo soggetto, pluripregiudicato lentinese, Giuseppe Coniglio, 54enne, disoccupato, sono state appurate responsabilità in ordine al traffico ed alla cessione dello stupefacente rinvenuto nell’abitazione di Bosco. Al termine delle operazioni di rito gli arrestati sono stati accompagnati nel carcere “Cavadonna” di Siracusa dove rimarranno in attesa di processo. 
mattinale siracusa 14 mqarzo

Vincenzo Sorge, 36 anni – Shasa Antony Bosco, 25 anni – Angelo Sorge, 59 anni – Giuseppe Coniglio, 54 anni

Commenti