Succede a Catania e provincia: 4 maggio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 4 maggio MATTINA

Ecco le operazioni più importanti condotte dai carabinieri a Catania e provincia:

  •  I carabinieri di piazza Dante hanno arrestato nella flagranza i catanesi Alfio Rapisarda, 58enne, Giuseppe Allegra, 38enne, e Rosario Bonforte, 51enne, per spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Durante un servizio antidroga svolto nel cuore di San Cristoforo, i militari hanno notato i tre – tutti con compiti operativi ben definiti: vedetta il 58enne, addetto alle vendite il 51enne e magazziniere il 38enne – spacciare droga in via Trovatelli. Dopo averne osservato i movimenti, considerati quasi come una perfetta catena di montaggio, i carabinieri li hanno bloccati e trovati in possesso di una decina di dosi di cocaina. Nel medesimo contesto operativo sono stati fermati ed identificati cinque giovani acquirenti che saranno segnalati alla Prefettura per suo personale di stupefacenti. La droga è stata sequestrata mentre gli arrestati sono stati associati al carcere di Piazza Lanza.

    

  • I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato nella flagranza due romeni di 23 anni, per furto aggravato in concorso. I militari su segnalazione da parte del personale addetto alla vigilanza, sono intervenuti in via Zinirco al Centro Commerciale “Auchan” bloccando i due mentre cercavano di allontanarsi con delle buste tra alimentari ed abbigliamento – schermate per eludere l’antitaccheggio – contenente merce del valore di circa 4mila euro. La refurtiva è stata restituita al responsabile aziendale.

  • I carabinieri di Gravina di Catania hanno arrestato un 43enne di Enna, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché indagato per violenza sessuale ed atti persecutori. Il Giudice, recependo appieno il quadro probatorio raffigurato dagli investigatori dell’Arma – ricostruito a seguito della denuncia sporta dall’ex convivente – ha emesso il provvedimento restrittivo nei confronti dell’indagato. In particolare i militari hanno accertato che l’uomo, dal marzo 2016 al febbraio 2017, oltre a perseguitare l’ex con ogni tipo di atto vessatorio l’ha costretta a subire atti sessuali contro la sua volontà creandole un grave scompenso psicofisico. L’arrestato, catturato ieri sera nel proprio domicilio, è stato rinchiuso al carcere di Enna.

  • I carabinieri di Grammichele hanno arrestato nella flagranza il 39enne Giuseppe Anguzza, del posto, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’abitazione del sospettato sono stati troavati e sequestrati circa 400 grammi di marijuana, nascosta all’interno di contenitori per alimenti, 50 piantine di canapa indiana, 2 bilancini di precisione nonché vario materiale utile per il confezionamento della droga. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso al carcere di Caltagirone.

 

Commenti