Succede a Catania e provincia: 29 maggio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 29 maggio MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni condotte da carabinieri e polizia a Catania e provincia:

  • I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Catania piazza Dante hanno arrestato il catanese Salvatore Giuliano Consolo, 20enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La scorsa notte, i militari, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere San Cristoforo, hanno notato l’uomo aggirarsi nella zona con un atteggiamento sospetto. In particolare i carabinieri hanno notato il 20enne in via Alogna prendere contatti con occasionali “clienti” e poi dirigersi in via Della Lava e prelevare delle bustine occultate all’interno di una cabina dell’Enel consegnando il tutto agli acquirenti, ricevendone in cambio un corrispettivo in denaro. I militari sono immediatamente intervenuti bloccando e perquisendo il pusher e i luoghi dove nascondeva le sostanze stupefacenti, trovando 6 grammi di cocaina e 63 grammi di marijuana, già confezionate in dosi pronte per lo smercio al dettaglio, che sono state sequestrate. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di piazza Lanza, come disposto dall’autorità giudiziaria;
Salvatore Giuliano Consolo

Salvatore Giuliano Consolo, 20enne

  • I carabinieri della stazione di Catania Ognina hanno arrestato Giovanni Privitera, 25enne, catanese, su ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Catania. Il giovane riconosciuto colpevole di una rapina, commessa a San Giovanni La Punta il 29 agosto 2013, dovrà espiare la pena di 4 anni ed 8 mesi di reclusione. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza, come disposto dall’autorità giudiziaria;
Giovanni Privitera

Giovanni Privitera, 25 anni

  • Nel pomeriggio di sabato scorso, nel corso di mirati servizi finalizzati al contrasto dell’attività di spaccio ad opera di cittadini extracomunitari nel centrale quartiere “San Berillo”, personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato un cittadino senegalese, senza fissa dimora e con precedenti di polizia, Ousmane Boiro, 23 anni, per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli operatori hanno notato all’incrocio tra via delle Finanze e via de Marco un giovane extracomunitario, già noto alle forze dell’ordine, che cedeva ad un altro individuo una dose di sostanza stupefacente.  Alla vista della volante entrambi si sono dati a una precipitosa fuga a piedi attraverso il dedalo di vie del centro storico cittadino, ma lo spacciatore è stato raggiunto e bloccato dagli agenti in piazza Vincenzo Bellini. Il fermato è stato sottoposto a perquisizione personale, che ha dato esito positivo, in quanto all’interno della tasca dei pantaloni sono state rinvenute 14 dosi di marijuana, per un peso complessivo di grammi 17, e la somma in contanti di 40 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Il pubblico ministero di turno ha disposto che l’arrestato fosse rinchiudo nel carcere di piazza Lanza in attesa dell’udienza di convalida innanzi al Gip;
  • Nel pomeriggio di sabato scorso personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato il pregiudicato catanese Mario Rosario Arena, 25 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, nel corso di un mirato controllo nell’abitazione del giovane, gli operatori, percependo un forte odore di marijuana e notando evidenti segni di insofferenza da parte del 25enne, hanno deciso di procedere a perquisizione domiciliare, che ha dato esito positivo. Nel cortile dell’abitazione sono state trovate cinque piante di marijuana, di cui una in piena fioritura, un involucro di carta stagnola contenente marijuana del peso di 2,5 grammi, materiale vario per il confezionamento, una scatola di cartone realizzata artigianalmente per l’essiccatura della sostanza e quattro cartucce calibro 6,35. Il pubblico ministero di turno ha disposto di sottoporre il giovane alla misura degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo.
  • Sabato sera, nella zona del centro storico cittadino, personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato il catanese Salvatore Maccarrone, 23 anni, per spaccio di sostanza stupefacente. Gli agenti hanno notato in via Crociferi un giovane che aveva fermato alcuni passanti e, dopo aver ricevuto da uno di essi una banconota, si avvicinava ad un complice al quale la consegnava, per poi dirigersi verso un edificio religioso in ristrutturazione, dalla cui impalcatura prelevava un involucro che successivamente consegnava all’acquirente. A questo punto gli agenti sono intervenuti bloccando il pusher, mentre il complice e l’acquirente sono riusciti a dileguarsi. Il soggetto fermato è stato sottoposto a perquisizione personale, a seguito della quale è stata rinvenuta una dose di marijuana. Nel nascondiglio dove poco prima era stata prelevata la sostanza, è stato trovato un sacchetto contenente 17 dosi termosaldate di marijuana, per un peso complessivo di 32 grammi. Il pubblico ministero di turno ha disposto di sottoporre il giovane agli arresti domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

 

Commenti