Succede a Siracusa e provincia: 8 settembre POMERIGGIO

Succede a Siracusa e provincia: 8 settembre POMERIGGIO

SIRACUSA – Ecco le operazioni condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia:

  • I carabinieri di Siracusa hanno arrestato Tommaso Carasi (terzo in foto), 69 anni, per furto di energia elettrica; Marco Grassi (secondo in foto), di 42 anni per furto in appartamento e rapina commessa a Siracusa nel 2015 , scontando una pena di 3 anni e 9 mesi; Fabio Breci (ultimo in foto), 29enne, in ottemperanza misura cautelare in quanto responsabile di furto in abitazione commesso a Floridia nel gennaio 2017; S. F., 17 anni, per aver violato obblighi di permanenza presso comunità; Carmelo Imbesi (primo in foto), 35enne, per la sospensione della misura alternativa di affidamento ai servizi sociali per inosservanza del provvedimento;

Imbesi Carmelo GRASSI MARCO CLASSE 1975 Carasi Tommaso Breci Fabio

  • Sono state deferiti P.S., 27enne di Solarino, e M.S., 33enne di Ortigia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di perquisizioni domiciliari effettuate dai carabinieri di Siracusa, il pastore tedesco Auro di 2 anni ha fiutato e trovato 35 grammi di hashish, 15 di marijuana, bilancini di precisione e materiale per confezionamento dosi, il tutto abilmente nascosto in un cortile condominiale nel centro di Ortigia e in alcuni vasi di fiori;

controllo carabinieri siracusa ortigia

  • I carabinieri di Augusta hanno arrestato B.E., un 44enne di Melilli, poiché ritenuto responsabile di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti finalizzato allo spaccio. Nello specifico, i militari hanno perquisito la casa dell’uomo trovando all’interno di un trolley la droga. La perquisizione è stata estesa anche in un terrazzo dove sono stati trovate 6 piante di varie dimensioni di canapa indiana. L’arrestato, una volta espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione per rimanere a disposizione dell’autorità giudiziaria;

Droga Melilli

  • Sono dovuti intervenire i carabinieri per sedare gli animi e riportare la situazione alla calma in una abitazione a Rosolini. Una donna, con voce impaurita, ha chiamato il 112 per richiedere l’intervento di una pattuglia poiché aveva subito l’ennesima aggressione da parte del marito. Prontamente giunti sul posto, i militari di Noto hanno provveduto a calmare gli animi, tranquillizzare la donna e fornire, insieme con il personale sanitario, le cure del caso. I carabinieri, dopo aver ricevuto la denuncia della donna, hanno allontanato l’uomo da casa. La donna e il figlio minore sono stati affidati al centro antiviolenza e antistalking per ricevere assistenza psicologica e legale;
  • I carabinieri di Rosolini hanno denunciato in stato di libertà un uomo per tentato furto all’interno di un campo. Dopo aver spaccato la recinzione ed essersi introdotto nel campo, sorpreso dai militari, intervenuti sul posto, ha tentato la fuga a bordo della sua macchina. L’uomo è stato fermato dopo che i carabinieri sono intervenuti sparando sul pneumatico dell’auto in fuga per alcuni chilometri. Successivamente è stato bloccato e denunciato;

Commenti