Succede a Catania e provincia: 28 giugno MATTINA

Succede a Catania e provincia: 28 giugno MATTINA

CATANIA – Ecco le operazioni condotte da carabinieripolizia a Catania e provincia:

  • I carabinieri di Catania hanno arrestato nella flagranza un 17enne e un 15enne, entrambi catanesi, poiché responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I due erano in perfetta sintonia e si suddividevano i compiti: il primo svolgeva il ruolo di vedetta, percorrendo via Alogna, mentre il secondo prendeva le “ordinazioni”, ritirava la droga da un anfratto per venderla. Fermati e perquisiti, i minorenni sono stati trovati in possesso di 6 dosi di cocaina e 11 dosi di marijuana. La droga è stata sequestrata mentre i minori, dopo le formalità di rito, sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza di via Franchetti;

15 x 20 Orizzontale

  • I carabinieri di Aci Sant’Antonio hanno arrestato nella flagranza un 21enne del posto, con alle spalle qualche piccolo precedente di polizia, poiché ritenuto responsabile di tentata estorsione. La vittima, un pregiudicato di 31 anni, anch’egli del luogo, era stato avvicinato in strada dal giovane che, armato di pistola, ritenendolo responsabile di aver rubato una partita di droga, gli ha ordinato: “Portami 2.500 euro in piazza Santa Maria La Stella o ti sparo in testa”. L’uomo, scosso dalla minaccia perentoria, si è recato immediatamente dai carabinieri per denunciare l’accaduto. I militari lo hanno invitato a presentarsi all’ora stabilita all’appuntamento. Una volta arrivato, l’uomo è stato avvicinato dal giovane compaesano che ha preteso la consegna del denaro. Al “no” della vittima, il malvivente lo ha minacciato urlandogli contro. I carabinieri, nascosti in vari punti della piazza, sono intervenuti arrestandolo. Scattata poi la perquisizione nell’abitazione dell’arrestato dove è stata trovata e sequestrata una pistola Beretta modello 92, fedele riproduzione dell’originale e priva del previsto tappo rosso, utilizzata per intimidire la vittima. L’arrestato, in attesa del rito per direttissima, è stato ristretto ai domiciliari;

pistola

  • I carabinieri di Acireale hanno arrestato nella flagranza il 24enne Salvatore Rapisarda ed un 26enne, entrambi del luogo, poiché ritenuti responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Approfittando del periodo estivo, che attira molti giovani in quella zona, i due erano diventati particolarmente attivi nella vendita di ogni tipo di droga, tanto da indurre i militari a fermarli e ad effettuare una perquisizione nelle proprie abitazioni. Sono stati rinvenuti e sequestrati 15 grammi di cocaina, di cui una parte suddivisa in dosi, 27 dosi di marijuana, 3 bilancini elettronici di precisione, 150 euro in contanti e del materiale utilizzato per confezionare la droga. Gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari;
Salvatore Rapisarda (a sinistra, 26)

Salvatore Rapisarda (a sinistra, 26)

  • I carabinieri di Bronte hanno arrestato il 50enne Vito Spitaleri, del posto. L’uomo, ritenuto colpevole dai giudici di tentato omicidio, commesso ad Adrano il 22 novembre del 2002, dovrà scontare una pena di 5 anni nel carcere di Piazza Lanza;
Vito Spitalieri (50)

Vito Spitaleri (50)

  • I carabinieri di Nicolosi hanno arrestato il 36enne catanese Vito Cosentino. L’uomo, ritenuto colpevole di rapina aggravata, reato commesso a Zafferana Etnea il 3 luglio 2003, dovrà scontare la pena di 4 mesi di reclusione nel carcere di Catania Piazza Lanza;
Vito Cosentino

Vito Cosentino (36)

  • La polizia di Catania, nell’ambito dell’operazione congiunta “Modello Trinacria”, ha effettuato dei controlli straordinari nei quartieri Borgo, Picanello e Ognina, mirati alla prevenzione ed al contrasto dei reati in genere. Sono state controllate cinque attività commerciali: in quattro casi, i titolari degli esercizi occupavano uno spazio consistente di suolo pubblico senza il previsto permesso amministrativo impedendo il libero passaggio dei pedoni. In particolare, il proprietario di un bar aveva occupato oltre 28 mq con sedie, tavoli e ombrelloni. Per questa ragione, i responsabili sono stati sanzionati ai sensi dell’art. 20 del codice della strada per un importo di 118,30 euro ciascuno, con l’obbligo di ripristinare i luoghi a proprie spese. Il Comune di Catania, inoltre, predisporrà gli ulteriori conteggi finalizzati al pagamento delle tasse non pagate;
  • Sono stati controllati 19 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, tra cui uno di questi, S.G., è stato sorpreso al momento di rientrare a casa, motivo per cui è stato indagato in stato di libertà per il reato di evasione;
  • Gli agenti di polizia hanno identificato 42 persone e controllato 43 veicoli, elevando 33 sanzioni per violazioni al codice della strada. La maggior parte per mancanza di copertura assicurativa R.C.A. (con relativo sequestro del veicolo non assicurato) e per guida di moto senza casco di protezione, sanzionato anche col fermo amministrativo del mezzo. L’importo delle sanzioni pecuniarie comminate ammonta ad oltre 6.000 euro;
  • Gli agenti di polizia del commissariato di Nesima hanno praticato diversi posti di blocco fissi e mobili con il pattugliamento dei quartieri ad alta densità criminale. Nel corso del servizio, sono state identificate 23 persone; controllate 10 automobili; elevati 6 verbali per violazione del codice della strada per un totale di 6.518 euro; sequestrato un motorino ed eseguiti 2 fermi amministrativi;
  • Sempre nel quartiere di Nesima, sono stati controllati 2 esercizi pubblici e 2 venditori ambulanti: sono stati accertati 2 illeciti amministrativi che hanno comportato sanzioni pari alla somma di 616 euro. I due venditori ambulanti, in particolare, esercitavano la vendita di frutta su strada senza la prescritta autorizzazione amministrativa: oltre all’illecito contestato, questa violazione ha comportato il sequestro della merce che è stata donata in beneficenza ad una cooperativa sociale.

Commenti