Si immerge nelle saline di Augusta urlando “I want to die”

Si immerge nelle saline di Augusta urlando “I want to die”

AUGUSTA Immerso nelle acque melmose delle saline fino alle ginocchia, urlava nel vuoto “I want to die (voglio morire)”.

È stato ritrovato così, avvolto nella più totale disperazione, il 26enne P. L. , uomo di origine filippina, imbarcato su una nave mercantile ormeggiata al porto commerciale di Augusta.

Voleva togliersi la vita, ma il tempestivo intervento dei carabinieri ha scongiurato il peggio.

Tutto è accaduto ieri sera, intorno alle 23,30. Una pattuglia dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia CC di Augusta, dopo una segnalazione, si è diretta alle saline, dove l’uomo è stato trovato in evidente stato confusionale.

Pronunciava parole di morte e nel frattempo si allontanava sempre di più dalla riva. 

Fortunatamente i carabinieri, intervenuti sul luogo, sono riusciti a instaurare un dialogo con l’uomo e gradualmente lo hanno riportato sui propri passi, salvandogli, di fatto, la vita.

Nel frattempo, il personale sanitario del 118 e dei vigili del fuoco, sopraggiunti alle saline, hanno aiutato ad estrarre l’uomo dalle acque.

Trasportato all’ospedale “Muscatello” di Augusta, è stato ricoverato nel reparto di psichiatria.

Commenti