Sgominata “mini banda” della Pasquetta, furto in abitazione per un bottino da 100 euro

Sgominata “mini banda” della Pasquetta, furto in abitazione per un bottino da 100 euro

GELA – Ieri pomeriggio i carabinieri del Reparto Territoriale di Gela hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di soggetti gelesi ritenuti responsabili di furto aggravato in abitazione in concorso.

Le misure cautelari sono state emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Gela su richiesta della Procura della Repubblica.

I tre giovani, nel pomeriggio di Pasquetta, avevano effettuato un furto in abitazione nel centro di Gela e, nello specifico, avevano attuato una precisa divisione dei compiti: uno dei tre era entrato all’interno dell’abitazione servendosi abilmente del tubo del gas metano per raggiungere il terzo piano della palazzina, un altro si era occupato di vigilare dall’esterno l’eventuale arrivo di pattuglie delle Forze dell’Ordine ed il terzo aveva trasportato gli altri due con una potente berlina.

I tre erano riusciti a rubare appena 100 euro. Inizialmente i carabinieri erano riusciti ad arrestare in flagranza solo il 21enne Maurizio Smorta, il “palo” della banda mentre gli altri due complici si erano dati alla fuga.

Successivamente, la serrata attività d’indagine condotta dai militari dell’Arma sotto il coordinamento della Procura di Gela ha condotto a raccogliere gravi e precisi indizi sulla responsabilità dei tre giovani. Gli altri due arrestati sono il 33enne Nicolò Morello e Michael Costarelli di 23 anni.

Gli arrestati sono stati rinchiusi al carcere di Gela.

Commenti