Sequestrati beni nel comune di Acireale appartenenti al pregiudicato Lanzarotti

Sequestrati beni nel comune di Acireale appartenenti al pregiudicato Lanzarotti

ACIREALE – Oggi la polizia ha sferrato un duro attacco al patrimonio del pregiudicato Mario Lanzarotti

Il cinquantunenne era già ben noto agli agenti di polizia per il suo curriculum di reati che lo vedevano coinvolto in un tentativo di rapina, due condanne per associazione a delinquere, una semplice e una di stampo mafioso, e per altri reati contro il patrimonio. 

Stamattina nei confronti di Lanzarotti, attualmente sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, è stato emessa un’istanza di sequestro preventivo dei suoi beni ai fini della confisca.

Nello specifico sono stati sequestrati un appartamento e due terreni che si trovavano sul comune di Acireale e una moto Kawasaki, di uso personale del cinquantunenne. 

Non è state risparmiate nemmeno le imprese di cui era titolare, tra cui una impegnata nel commercio elettronico di prodotti acquistati via internet e di autovetture usate, la seconda che era incentrata sul commercio al dettaglio di materiale da costruzione, ceramiche e piastrelle, solo che in quest’ultimo caso il 98% delle quote era già stata messo in liquidazione. 

Nell’elenco figura anche un attività incentrata sulla vendita all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e autoveicoli leggeri e un bar, tutti presenti nel comune di Acireale. 

Acireale1

 L’istanza di sequestro ha toccato anche tutti i conti correnti bancari e postali di Lanzaroti, oltre che quelli appartenenti a coloro che si trovavano coinvolti nel suo giro d’affari.

Commenti