Lite al porto di Catania fra pescatori con sparatoria, un ferito

Lite al porto di Catania fra pescatori con sparatoria, un ferito

CATANIA – In tempi di crisi, le cause di rissa ed aggressione possono essere di vario genere, a volte anche le più banali. Questo quanto accaduto questo pomeriggio, verso le ore 17, al porto di Catania. Due pescatori, al rientro dai loro rispettivi giri in barca, si sono ritrovati a litigare per il posto in cui ormeggiare. La discussione ha preso una piega spiacevole, sfociando prima in una piccola rissa, poi con l’atto violento di uno dei due contendenti attraverso un’arma da fuoco.

Impugnata la pistola, uno dei pescatori, Biagio Riolo, ha sparato all’altro ad un piede. Immediato l’intervento dei soccorsi. La vittima è stata trasferita al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele, mentre l’aggressore è stato portato in caserma dagli uomini della Guardia di Finanza.

Riolo, nelle concitate fasi successive al ferimento e avvedutosi dell’arrivo dei finanzieri, aveva tentato di disfarsi della pistola utilizzata. Grazie alle indicazioni fornite da alcuni testimoni, l’arma è stata ritrovata poco distante dal luogo della vicenda, gettata tra i semirimorchi in sosta nel porto. Il revolver recava la matricola abrasa per nasconderne la provenienza irregolare e alla luce di questa circostanza, è stata poi eseguita una perquisizione nell’abitazione di Riolo. Sono state così rinvenute altre armi, tre fucili da caccia e tre pistole, e centinaia di munizioni, non tutto regolarmente dichiarato. A fini cautelativi le armi sono state ritirate per i conseguenti adempimenti di pubblica sicurezza connessi alla pericolosità del soggetto.

Riolo è stato condotto nel carcere di piazza Lanza a disposizione dell’A.G. catanese che procede per i reati di lesioni, ricettazione e porto abusivo d’arma da fuoco.

Commenti