Qualità, ruralità: nuovi progetti che esaltano la Sicilia orientale

Qualità, ruralità: nuovi progetti che esaltano la Sicilia orientale

CATANIA – Passaporto del gusto, marchio di qualità e percorsi enogastronomici: tutto ciò che serve per esaltare l’unicità e l’eccellenza dei prodotti tipici della Sicilia orientale.

Ecco cosa verrà presentato venerdì 30 ottobre a Eataly, Roma-Ostiense, a partire dalle 18,30. L’evento si concluderà poi con una cena di degustazione dei prodotti tipici della tradizione enogastronomica del marchio collettivo “Ruralità Mediterranea”, elaborati da studenti e chef dell’Istituto di Ospitalità Alberghiera “Vincenzo Gioberti”.

“Ruralità Mediterranea” identifica le imprese agricole, del turismo rurale e agrituristiche, e grazie a questo marchio vengono effettuati concreti interventi per promuovere e valorizzare l’offerta territoriale.

Eloro, Etna, Terra dell’Etna e dell’Alcantara e Kalat, 4 Gruppi di Azione Locale (GAL), sono riusciti a mettere insieme tre progetti di cooperazione, SALITIS – RAMSES – RADAMES, al fine di rafforzare le eccellenze agroalimentari siciliane, puntando sul turismo e sui prodotti tipici.

Prodotti Sicilia orientale

In particolare, SALITIS (Sistema di Azioni Locali per l’Internazionalizzazione dei Territori dell’Italia del Sud) interviene per portare su un piano internazionale i comparti valorizzati con gli altri due progetti.

Il racconto dell’azienda, la descrizione sensoriale del prodotto insieme alle sue peculiarità, prendono forma invece nel “Passaporto del Gusto”: strumento che le aziende utilizzeranno nei diversi mercati di riferimento come leva di promozione e commercializzazione.

Una strategia diversa di marketing, che mette insieme tradizione, produttività rurale e turismo.

Commenti