“Operazione Teseo”, sequestro di armi e stupefacenti nelle abitazioni dello Z.E.N.

“Operazione Teseo”, sequestro di armi e stupefacenti nelle abitazioni dello Z.E.N.

PALERMO – I Carabinieri durante l’operazione “Teseo”, sono entrati nelle abitazioni dello Z.E.N. dove hanno trovato e sequestrato armi e sostanze stupefacenti.

Nella casa di Benedetto Moceo, i Carabinieri hanno trovato, all’interno di due valigette, pistole risultate oggetto di furto, con tanto di fondina e colpo in canna: una Beretta, asportata a Cinisi poco meno di un mese fa ad un Commissario della Polizia municipale, e una Tanfoglio, rubata a Partinico a un privato cittadino. Sono stati trovati anche 500 grammi di marijuana suddivisa in 480 dosi, pronte per la vendita. Dovrà rispondere di detenzione illegale di armi comuni da sparo, ricettazione, detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

La valigetta con le due pistole e le buste di marijuana sequestrate a Benedetto Moceo.

La valigetta con le due pistole e le buste di marijuana sequestrate a Benedetto Moceo.

Nell’abitazione di Marcello Di Maria, che aveva trasformato la sua abitazione in una piantagione di marijuana, sono stati trovati lampade alogene e termometri automatici per il cambio temperatura. In totale, sono state rinvenute e sequestrate ben 87 piante alte oltre un metro. DI Maria risponderà anche di coltivazione di sostanza stupefacente e di furto di energia elettrica in quanto l’impianto era abusivamente allacciato.

Nell’appartamento occupato da Marco Traina e dai figli Giuseppe e Rosario, gli uomini dell’Arma hanno trovato, chiusi a chiave in un armadio della stanza da letto, un fucile a canne mozze con calciolo modificato, un fucile da caccia semiautomatico, 110 cartucce di vario calibro ed una baionetta. I tre sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di armi modificate e con matricola abrasa, nonché possesso illegale di armi e munizioni comuni da sparo.

Rosario, Marco e Giuseppe Traina.

Rosario, Marco e Giuseppe Traina.

Commenti