Operatori ecologici incatenati davanti al municipio di Carini

Operatori ecologici incatenati davanti al municipio di Carini

CARINI – Il personale Ato, che si occupa della nettezza urbana, si è presentato stamattina alle 7:00 davanti al municipio di Carini per manifestare la sua rabbia nei confronti dell’amministrazione comunale.

Gli operai dell’azienda hanno deciso di protestare incatenandosi davanti alle porte del palazzo di città, con accanto alcune taniche di benzina minacciando di darsi fuoco se non si arriva ad una conclusione entro la giornata. 

La protesta degli operatori Ato coinvolge gran parte della Sicilia perchè i Comuni, in gravi difficoltà economiche, non pagano l’azienda e questa a sua volta non riesce a pagare il personale. 

Per quanto riguarda Carini gli 80 operatori non percepiscono lo stipendio da ormai cinque mesi, anche se l’azienda già lo scorso aprile aveva inviato al Comune una lettera di messa in mora senza riuscire ad ottenere risultati. 

Il sindaco di Carini, Giuseppe  Monteleone, cerca di rassicurare gli animi dichiarando: “Per quanto riguarda il Comune di Carini, durante la conferenza dei servizi di venerdì scorso, ci siamo dimostrati disponibili nell’erogare a favore dell’Ato 450.000 euro per poter pagare almeno due mensilità agli operai. Adesso aspettiamo solo il responso del commissario per poter dirottare i fondi“.

Commenti