Omicidio Sciacchitano: quei colpi di pistola in via Conciliazione. IL VIDEO

Omicidio Sciacchitano: quei colpi di pistola in via Conciliazione. IL VIDEO

PALERMO – I colpi di pistola in via Conciliazione e il corpo di Salvatore Sciacchitano, 29 anni, che si accascia fra il Punto Snai e la rosticceria Ganci: l’uomo muore sul colpo.

Quell’omicidio di stampo mafioso rimane avvolto dal mistero per due mesi circa, infatti era il 3 ottobre scorso quando c’è stato l’agguato. Ma le indagini dei carabinieri iniziano subito e questa mattina, con il fermo di sei soggetti affiliati al clan di Santa Maria di Gesù si chiude il cerchio su quell’uccisione.

A sparare con una calibro 9 sono stati due uomini arrivati sul posto a bordo di un’auto: avevano pianificato tutto e dovevano ucciderlo.

Salvatore Sciacchitano, conosciuto da tutti come Mirko, si era sposato da appena tre mesi e quella sera con lui c’era anche Antonino Arizzi, 23 anni, che è stato ferito.

Giorni e giorni di interrogatori, amici, parenti e perfino lo stesso Arizzi è stato ascoltato ma sostanzialmente l’omertà ha prevalso: nessuno ha parlato,nessuno ha raccontato.

Così i carabinieri hanno analizzato tutti i frame delle telecamere di videosorveglianza del punto Snai e in un primo momento è stato collegato questo omicidio a quello avvenuto poche ore prima in via dell’Allodola dove un uomo di 32 anni, Luigi Cona, è stato gambizzato con cinque colpi di pistola. Ferimento avvenuto vicino la sua rosticceria “Al Bocconcino”.

Indagini su indagini ed oggi la svolta…

Commenti