Non paga il debito e lo prende a sprangate: cranio fratturato per un anziano

Non paga il debito e lo prende a sprangate: cranio fratturato per un anziano

PORTO EMPEDOCLE – Dovevano discutere di un debito di poco meno di mille euro, ma la discussione tra creditore e debitore è rapidamente degenerata.

Il debitore, un 46enne di Porto Empedocle, all’appuntamento in via Roma si è presentato accompagnato da un tubo di ferro lungo 75 centimetri che, una volta riscaldati gli animi, ha usato per colpire il 69enne creditore, finito per terra in una pozza di sangue.

L’episodio è avvenuto domenica pomeriggio. Sul luogo sono intervenuti i poliziotti del commissariato “Frontiera” e i sanitari del 118 che hanno trasportato la vittima al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio“.

I medici hanno riscontrato per l’anziano una frattura al cranio, diagnosticando una prognosi di almeno 30 giorni.

La testimonianza del 69enne ha permesso di ricostruire l’intera vicenda. L’aggressore, nel frattempo però, si è spontaneamente recato in commissariato, dove ha esposto la sua versione dei fatti, fornendo agli agenti anche le indicazioni per ritrovare il tubo usato durante l’aggressione.

L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento, in stato di libertà, per lesioni personali gravi.

Commenti