Multe pazze a Catania, il consigliere Castiglione: “Una politica che non ha alcun senso”

Multe pazze a Catania, il consigliere Castiglione: “Una politica che non ha alcun senso”

CATANIA – Continua ad arricchirsi la lista delle multe pazze a Catania, dopo il signor Carmelo tanti alti hanno subito lo stesso trattamento. 

La denuncia arriva dal capogruppo di Grande Catania, Giuseppe Castiglione, che decide di farsi portavoce di tutti coloro che sono seriamente preoccupati per questa nuova politica fatta di “multe a tappeto”

Secondo quando dichiarato da Castiglione la nuova politica del comune non è sufficiente per risolvere il problema alla radice, soprattutto se si va a punire chi si trova perfettamente in regola. 

Premesso che chi commette un’ infrazione vada punito con multe previste dalla legge, e che tali sanzioni vadano assolutamente pagate, – afferma Giuseppe Castiglione –  è altrettanto vero che la scorrevole e fluida viabilità cittadina non si può raggiungere solo con il pattugliamento di auto della polizia municipale munite di attrezzature atte al rilevamento di irregolarità con finalità esclusivamente punitive.  Sanzioni che, in alcuni casi, assumono la conformazione di un vero e proprio accanimento soprattutto in zone dove, per tanto tempo, le doppie file o il posteggio selvaggio sono rimasti impuniti“.

Su queste basi Giuseppe Castiglione chiede al sindaco Enzo Bianco di attivarsi per educare i cittadini al rispetto delle regole stradali: “Non continuare con il sistema delle ‘Multe Pazze’ che, oltre ad assumere i contorni di una vera e propria vessazione, non scoraggia completamente certi cattivi comportamenti da parte di alcuni incoscienti che si mettono alla guida”.

Commenti