Meningite al Vittorio Emanuele, attivata la profilassi ma nessun allarme

Meningite al Vittorio Emanuele, attivata la profilassi ma nessun allarme

CATANIA – Registrati ancora due casi di meningite in pochi giorni, stavolta all’ospedale Vittorio Emanuele. Ad esserne affetti due catanesi, di 36 e 72 anni.

Al più giovane, dopo il suo arrivo al pronto soccorso e dopo gli accertamenti del caso, è stata confermata l’infezione da pneumococco e si è proceduti quindi al suo trasferimento nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Umberto I di Siracusa, dove era disponibile un posto.

Il 72enne si trova invece a Catania. L’uomo nei giorni scorsi era stato ricoverato per la febbre alta, disturbi cognitivi e perdita di orientamento. L’infezione batterica è stata riscontrata a seguito di una tac e una risonanza magnetica a cui il paziente è stato sottoposto, attraverso cui è emerso che la meningite era estesa già a tutto l’encefalo e anche al cervelletto.

La prognosi dei due pazienti rimane tuttora riservata e entrambi si trovano in isolamento.

Come riporta il giornale “La Sicilia”, in ambedue i casi sono comunque scattate le misure preventive per i familiari e i medici coinvolti ed entrati in contatto con i due pazienti.

Nessun allarme meningite, quindi, ma solo due fenomeni batterici conseguenza di patologie preesistenti nei pazienti coinvolti.

Commenti