Medico rinviato a giudizio a Trapani: mandò a casa paziente con infarto in corso

Medico rinviato a giudizio a Trapani: mandò a casa paziente con infarto in corso

TRAPANI – Il Gup del Tribunale di Trapani, Emanuele Cersosimo, ha rinviato a giudizio un medico per la morte di Salvatore Marino, deceduto il 28 dicembre di cinque anni fa.

Marino si recò la sera del 27 dicembre alla Guardia medica. Accusava un dolore al torace. Il medico lo rimandò a casa consigliandogli un semplice riposo.

Ventiquattro ore dopo Marino morì per infarto.

Secondo gli inquirenti, l’uomo avrebbe potuto salvarsi se fosse stato indirizzato verso il più vicino pronto soccorso. L’elettrocardiogramma e la determinazione degli enzimi, esami previsti da protocollo in presenza di dolore toracico, per il Gup avrebbero consentito infatti di rilevare l’ischemia miocardia in atto ed avviare il trattamento farmacologico.

L’inizio del processo è previsto per il prossimo 9 giugno.

Commenti