Maxi operazione contro “uomo d’onore”: confiscati 1,3 mln di beni

Maxi operazione contro “uomo d’onore”: confiscati 1,3 mln di beni

PALERMO – Duro colpo alla mafia palermitana: la Guardia di finanza ha confiscato beni per un valore di 1,3 milioni di euro.

Interessato all’operazione è Giuseppe Provenzano, già arrestato nel 2009 e condannato a 12 anni per associazione mafiosa, poiché ritenuto uomo d’onore della famiglia Palermo-Tommaso Natale e braccio destro di Giuseppe Liga, soprannominato “l’architetto”.

Tra i beni confiscati figurano due aziende dedite al commercio di materiale da costruzione, un panificio, due agenzie di scommesse, due appartamenti, un box e una polizza vita, tutti concentrati nel quartiere San Lorenzo. Gli averi in questione erano stati sequestrati nel 2013 a seguito di alcune indagini e dopo aver verificato che i redditi di Provenzano non erano sufficienti a giustificare gli investimenti effettuati negli anni.

Commenti